Gruppo Azimut, 7 miliardi di euro in investimenti sostenibili

LinkedIn

Il principale operatore indipendente del risparmio gestito presenta la nuova strategia ESG, con 7 miliardi di investimento in questa classe di attività entro l’anno

Azimut Holding annuncia la nuova strategia di investimenti sostenibili. Il principale operatore indipendente del risparmio gestito in Italia presenta un piano che lo pone tra i best in class a livello europeo nell’adesione ai principi ESG (environmental, social, governance) e lo rende il gestore in Italia con maggiori masse dedicate all’investimento ESG (7 miliardi di euro) e in piccole e medie imprese italiane (10 miliardi di euro al 2024).

L’annuncio di oggi completa un percorso avviato da tempo con l’adesione di Azimut Holding al Forum per la Finanza sostenibile, associazione non profit che raduna operatori finanziari e altre organizzazioni interessate all’impatto ambientale e sociale degli investimenti, e da ora vede Azimut sottoscrittore dei PRI (Principles for Responsible Investment) e del CDP (ex Carbon Disclosure Project), organizzazione non profit che offre alle aziende un sistema per misurare e gestire le informazioni riguardanti il cambiamento climatico. Con la pubblicazione odierna della policy ESG, Azimut si impegna a rispettare i principi ambientali, sociali e di governance nelle decisioni manageriali e gestionali e a comunicare in modo trasparente e coerente i propri obiettivi e le azioni in questo campo.

Accanto all’impegno verso l’allineamento degli obiettivi di business alla policy ESG, Azimut presenta una nuova linea di investimenti pienamente rispettosa dei principi di sostenibilità ambientale, sociale e di governance. Con la creazione di Azimut Sustainable, la nuova gamma di prodotti sostenibili, il Gruppo si presenta sul mercato con un’offerta di investimento ESG unica in Italia, per varietà dei prodotti e per quantità delle risorse dedicate. La nuova linea di fondi si basa sul rispetto dei principi di sostenibilità nella costruzione dei portafogli di investimento che contribuiscono ad obiettivi ambientali, sociali e in società che perseguono politiche di adeguato governo ed organizzazione aziendale (governance). La definizione della politica di prodotti sostenibili di Azimut si manifesta attraverso i seguenti principi di investimento:
Esclusione: selezione negativa escludendo società in contrasto con obiettivi ESG
Best in class: selezione positiva per società che hanno leadership nello sviluppo sostenibile
Esg integrated: integrazione dei fattori ESG nella costruzione dei portafogli
Sustainablity themed e Impact investing: investimenti tematici e ad impatto

Il processo di investimento verrà sovrinteso dal neonato Comitato di Sostenibilità nell’ambito della Direzione Investimenti. Grazie all’integrazione dei principi ESG nel processo di investimento, entro fine 2019 Azimut investirà 7 miliardi di euro (circa il 30% dei fondi gestiti da AZ Fund Management) in società e asset dotati di un rating di sostenibilità di almeno BBB calcolato sulla base dei dati di ricerca ESG della società MSCI. La comunicazione di prodotto verrà integrata con la piena trasparenza sul rating assegnato. Inoltre, sempre entro la fine dell’anno, sarà ottenuta l’attribuzione di un rating Vigeo Eris (agenzia di rating e ricerca specializzata in sostenibilità) ad almeno 20 comparti.

Nel corso del primo trimestre 2020 sarà lanciata una linea di comparti full SRI (investiti al 100% in azioni ESG) e di prodotti tematici. Si tratta del maggior intervento mai fatto in Italia in termini di conversione degli investimenti verso attività ESG. Il contributo alle tematiche sociali del Gruppo si esprime anche attraverso l’impegno nel sostegno dell’economia reale, attraverso la Sgr Azimut Libera Impresa che crea e gestisce fondi di investimento alternativi chiusi ad elevato impatto su ambiente ed economia reale e investirà 10 miliardi di euro entro i prossimi cinque anni in piccole e medie aziende italiane non quotate. In questo ambito è previsto il lancio nel 2020 di un fondo in infrastrutture sociali dedicato alla clientela istituzionale e di un impact fund.

Infine prosegue l’impegno di Azimut per la comunità e il territorio attraverso “Azione Azimut per le Comunità”, il gruppo di lavoro dedicato alla CSR (Corporate Social Responsibility) finalizzato alla promozione della cultura e della responsabilità, grazie a iniziative sul territorio che riguardano filantropia, educazione finanziaria, sostegno alle fasce deboli, promozione della cultura, dell’arte e delle attività sportive, mentre continua l’attività della Fondazione Azimut, nata nel 2011 con la mission di sostegno delle famiglie indigenti, che ha erogato oltre 4,5 milioni di euro.

La nostra nuova strategia di sostenibilità, in perfetto allineamento con i nostri valori, è stata declinata sia a livello corporate, rendendo Azimut una società e un titolo che risponde pienamente alla sempre maggiore attenzione degli investitori internazionali per realtà affidabili sul fronte della sostenibilità e che integrano i principi ESG nel loro business e nei loro comportamenti, sia alla richiesta degli investitori privati e professionali di prodotti che coniughino il rispetto di tali principi con un corretto profilo di rischio e rendimento. Con questo sforzo di conversione Azimut si pone al primo posto nell’industria del risparmio gestito italiano sul tema ESG”, ha commentato Pietro Giuliani, presidente di Azimut Holding.

Commento a cura di Pietro Giuliani, Presidente di Azimut Holding.

Share.

Comments are closed.