Browsing: Union Bancaire Privée – UBP

ripresa

Tre rischi all’orizzonte che minacciano la ripresa economica

Tre rischi minacciano la ripresa: una seconda ondata epidemica negli USA, aumento della tensione geopolitica tra USA-Cina e frammentazione politica nell’area euro Le azioni globali hanno registrato un rally del 29% dai minimi di fine marzo ai picchi di aprile, mentre i nuovi casi giornalieri di COVID-19 si sono stabilizzati…

obbligazionari

Obbligazionari sull’orlo di una crisi di nervi

Titoli governativi, corporate bond e high yeld non sembrano più in grado di offrire un rendimento adeguato al rischio e molti investitori se ne stanno liberando. Ci sono ancora margini? Articolo tratto dal numero novembre/dicembre 2019 di Asset Management. Che cosa sta succedendo ai mercati obbligazionari? Ci sono ancora margini? I…


Cina, in arrivo stimoli pari al 5% del PIL

La crescita della Cina ha visto un rallentamento al 6,4% nel quarto trimestre del 2018, mentre gli indicatori di gennaio continuano a suggerire una crescita modesta. Noi per il 2019 prevediamo una crescita del 6%. Le autorità hanno già attuato diverse misure nel 2018 per attutire il rallentamento, ma i…


Brexit: i commenti degli esperti il giorno dopo il voto

Il giorno dopo il voto sulla Brexit, che ha posto Theresa May in una scomoda situazione, la situazione sui mercati appare incerta con conseguente aumento della volatilità. Pronti al Brexit Mitigation Project Saker Nusseibeh,  Chief Executive di Hermes Investment Management – In  risposta allo storico voto di ieri sera, dobbiamo…


Guerra commerciale, ecco come reagisce la Cina

Le tariffe commerciali di Trump a oggi (tariffa del 25% su 50 miliardi di dollari di esportazioni cinesi più il 10% su altri 200 miliardi di dollari) ridurranno solo marginalmente la crescita del PIL cinese di circa 30 – 40 punti base. Se la tariffa del 10% su 200 miliardi…


Oro, l’aumento del rischio non impatta sul metallo giallo

Il 26 settembre, come previsto, il FOMC ha aumentato i Fed fund di 25 punti base, al 2-2,25%, e ha eliminato dal suo statement la frase che descrive la sua politica monetaria come “accomodante”. L’economia statunitense rimane forte, come dimostra la serie di dati macroeconomici positivi (un tasso di disoccupazione…


Azionario cinese, possibile rimbalzo in vista

Imponendo tariffe del 10% fino alla fine dell’anno invece del previsto 25%, l’amministrazione Trump limita l’impatto sull’economia statunitense in vista delle importanti elezioni di metà novembre. Le tariffe più basse del previsto inizialmente imposte dagli Stati Uniti sulle importazioni cinesi suggeriscono che i mercati azionari cinesi dovrebbero tornare relativamente calmi,…


I due potenziali scenari della guerra commerciale

L’annuncio da parte degli Stati Uniti di tariffe del 10% su ulteriori 200 miliardi di dollari in esportazioni cinesi negli USA è stato politicamente astuto e suggerisce uno spostamento delle tensioni commerciali dalla rappresaglia ad un confronto più strategico. Imponendo le tariffe del 10% fino alla fine dell’anno invece del…

Bank of Japan

Azionario giappone, quale impatto dalla politica monetaria della BoJ?

L’aggiustamento annunciato della politica monetaria della Bank of Japan cambieranno lo scenario sul mercato azionario. A commentare gli impatti, Cédric Le Berre, Senior Analyst and Investment Specialist US and Japanese Equities di Union Bancaire Privée – UBP. Da inizio anno, i titoli difensivi e guidati dalla domanda interna sopravvalutata, hanno…


Come affrontare un mercato obbligazionario globale con meno liquidità

Poiché è probabile che quest’anno la BCE concluda il suo programma di acquisto di asset e che la Federal Reserve riporti gradualmente il suo bilancio a livelli normali, la pressione sui mercati del credito aumenta a causa di una minore liquidità. Gli sviluppi, uniti ai timori di una guerra commerciale…

1 2