Il valore della resilienza nel mezzo della profonda incertezza

LinkedIn

BlackRock: integrare la sostenibilità nella costruzione dei portafogli aumenti la capacità di affrontare gli shock e le fasi di flessione

BlackRock sta incorporando la sostenibilità nella gestione del rischio, nella costruzione di portafoglio, nello sviluppo di nuovi prodotti e nell’interazione con le società. Riteniamo che la sostenibilità debba essere il nostro nuovo standard d’investimento». E se lo dice Larry Fink, il capo della più grande società d’investimento nel mondo, è il caso di prestare attenzione. L’enorme costo della crisi Covid-19 sulla salute, sul benessere economico e sulle attività quotidiane ha comportato una diffusa rivalutazione del nostro modo di vivere. Per gli investitori la preoccupazione essenziale durante questi ultimi mesi è stata quella di individuare le fonti di maggiore resilienza. E indovinate quali si sono dimostrate più efficaci? Esatto: le strategie sostenibili. Nel primo trimestre Morningstar ha registrato una sovraperformance di 51 su 57 dei suoi indici sostenibili rispetto ai loro omologhi di mercato più ampi, e Msci una sovraperformance di 15 su 17 dei suoi indici sostenibili. Anche se si tratta di un periodo di tempo breve, questi risultati si allineano con la resilienza rilevata nelle strategie sostenibili durante recessioni precedenti nel 2015- 2016 e nel 2018.

Il concetto di investimento sostenibile, però, può avere diversi significati. I risparmiatori e i gestori patrimoniali sostenibilitàspesso operano seguendo molteplici definizioni, messaggi e motivazioni. BlackRock parte da un semplice concetto: combinare l’investimento tradizionale con insight legati ad aspetti ambientali, sociali e di governance (Esg) al fine di migliorare i rendimenti a lungo termine. Le aziende con un forte profilo sui temi rilevanti legati alla sostenibilità – è la convinzione della società guidata da Fink – hanno il potenziale per fare meglio di quelle con profili più deboli. E soprattutto saranno meglio posizionate a fronte di condizioni avverse e beneficeranno di condizioni di mercato positive. Alcuni osservatori superficiali hanno inizialmente attribuito la sovraperformance dei fondi Esg alla loro relativa correlazione alle compagnie dei settori oil&gas, che hanno subito il ribasso maggiore rispetto al calo complessivo del mercato durante la crisi. Ma questo spiega solo una frazione della sovraperformance registrata in numerosi fondi sostenibili. A BlackRock credono che la sovraperformance sia invece stata guidata da una serie di caratteristiche legate alla sostenibilità, tra cui la soddisfazione dei dipendenti, la resilienza delle catene di fornitura dell’azienda o la forza delle relazioni con la comunità. Un altro aspetto chiave è stata la preferenza, da parte degli investitori, di asset sostenibili nel corso della crisi. Gli investitori, nel tentativo di ribilanciare i loro portafogli durante le turbolenze dei mercati, preferiscono sempre più spesso i fondi sostenibili a quelli più tradizionali. Nel primo trimestre del 2020, i fondi aperti sostenibili globali (fondi comuni d’investimento e etf) sono cresciuti per 40,5 miliardi di dollari in nuovi capitali, un aumento del 41% rispetto all’anno precedente. I fondi sostenibili statunitensi hanno registrato un aumento record di 7,3 miliardi di dollari nel trimestre. Questi afflussi smentiscono la preoccupazione, spesso avanzata prima della crisi Covid, che, in caso di flessione del mercato, gli investitori non avrebbero più ritenuto prioritaria la sostenibilità. E offrono importanti prove, anche se sul breve termine, del fatto che l’iniziale cambiamento nelle preferenze è stato accelerato dalla crisi e rappresenta un altro fattore chiave per la resilienza dei fondi sostenibili negli ultimi mesi.

A gennaio, BlackRock ha definito una serie di iniziative pluriennali in tre aree generali: costruzione di portafogli sostenibili, resilienti e trasparenti; maggiore accesso all’investimento sostenibile, più impegno e trasparenza nella stewardship. «Abbiamo annunciato», sintetizza Luca Giorgi, head of wealth per Italia, Grecia e Malta di BlackRock, «l’intenzione di rendere i fondi sostenibili parte integrante delle soluzioni di investimento che offriamo ai clienti. L’interesse ha persino superato le aspettative e negli ultimi tre mesi abbiamo compiuto progressi significativi». Per aiutare gli investitori vedere chiaramente i rischi legati alla sostenibilità dei loro investimenti, continua Giorgi, «già dall’anno scorso abbiamo iniziato a indicare, fra le altre metriche, un punteggio Esg e l’impronta di carbonio della maggior parte dei fondi iShares offerti a livello globale. Abbiamo quindi cominciato a definire le caratteristiche di sostenibilità non solo per i fondi indicizzati, ma anche per ogni fondo retail, sia indicizzato sia attivo, offerto da BlackRock in tutta Europa, laddove disponibili. Prevediamo che entro la fine del 2020 tutti i nostri fondi retail, sia indicizzati sia attivi, presenteranno queste caratteristiche di sostenibilità. Il nostro obiettivo è aumentare i livelli di trasparenza nell’intero settore».

Intanto BlackRock ha lanciato 16 nuovi etf Esg in Europa, Usa e Canada. E nei prossimi mesi ne arriveranno altri 11 in Europa, Usa e America Latina. «Con l’aggiunta di questi 27 nuovi fondi», illustra il manager di BlackRock, «la nostra offerta di prodotti sostenibili comprenderà in totale 105 etf. Aspetto ancora più importante, questa nuova offerta, nell’insieme, continuerà a innovare ed estendere l’ampiezza dei prodotti Esg per soddisfare le esigenze degli investitori attraverso una vasta gamma di asset class (per esempio il reddito fisso), stili di investimento (tra i quali la volatilità minima) e mercati (inclusi i nuovi mercati emergenti come il Messico)».

Commento a cura di Leopoldo Fiore

Share.

Comments are closed.