Browsing: Norman Villamin

ripresa

Tre rischi all’orizzonte che minacciano la ripresa economica

Tre rischi minacciano la ripresa: una seconda ondata epidemica negli USA, aumento della tensione geopolitica tra USA-Cina e frammentazione politica nell’area euro Le azioni globali hanno registrato un rally del 29% dai minimi di fine marzo ai picchi di aprile, mentre i nuovi casi giornalieri di COVID-19 si sono stabilizzati…


Cina, in arrivo stimoli pari al 5% del PIL

La crescita della Cina ha visto un rallentamento al 6,4% nel quarto trimestre del 2018, mentre gli indicatori di gennaio continuano a suggerire una crescita modesta. Noi per il 2019 prevediamo una crescita del 6%. Le autorità hanno già attuato diverse misure nel 2018 per attutire il rallentamento, ma i…


Azionario cinese, possibile rimbalzo in vista

Imponendo tariffe del 10% fino alla fine dell’anno invece del previsto 25%, l’amministrazione Trump limita l’impatto sull’economia statunitense in vista delle importanti elezioni di metà novembre. Le tariffe più basse del previsto inizialmente imposte dagli Stati Uniti sulle importazioni cinesi suggeriscono che i mercati azionari cinesi dovrebbero tornare relativamente calmi,…


I due potenziali scenari della guerra commerciale

L’annuncio da parte degli Stati Uniti di tariffe del 10% su ulteriori 200 miliardi di dollari in esportazioni cinesi negli USA è stato politicamente astuto e suggerisce uno spostamento delle tensioni commerciali dalla rappresaglia ad un confronto più strategico. Imponendo le tariffe del 10% fino alla fine dell’anno invece del…


La guerra commerciale non farà deragliare il ciclo economico

Nel primo trimestre del 2018, la crescita nella zona euro è stata moderata dopo un boom nel quarto trimestre del 2017; le tensioni politiche e commerciali hanno aggravato le incertezze sulle prospettive. Nel vecchio continente, il settore del manifatturiero e quello dell’export sono i più esposti alle sanzioni commerciali; l’indebolimento…

Costi sui rendimenti fondi di investimento

Nel 2018 per azionario statunitense volatilità elevata e rendimenti dell’8-10%

Con l’azionario globale che è entrato due volte in territorio di correzione dopo il picco del 2018, il dibattito cresce sul fatto che si tratti di una correzione necessaria dopo il rally del 2017 o se i cali registrati indichino qualcosa di più preoccupante per gli investitori. Di seguito riportiamo…