Mercato dell’asset management: i promossi e i bocciati di febbraio

Anche questo mese analizziamo il mercato dell'asset management guardandolo dal punto di vista delle pari opportunità all'interno delle principali realtà.
Mercato dell'asset management

Anche questo mese analizziamo il mercato dell’asset management guardandolo dal punto di vista delle pari opportunità all’interno delle principali realtà. Come di consueto ci avvaliamo dello strumento fornito dal governo inglese che analizza il gender gap delle società: Vanguard promossa con riserva, AXA IM bocciata senza appigli.

Tra le società di asset management, spicca come esempio positivo sicuramente Vanguard. Secondo i dati la differenza di retribuzione tra uomini e donne in posizioni analoghe, è del 16%, ben inferiore a quella riscontrata in altre società. Guardando più nel dettaglio i dati, si scopre però che i ruoli più pagati all’interno della società, sono ricoperti in prevalenza da uomini con una percentuale del 67,5% nel quartile più alto e del 63% nel secondo quartile. Anche per quanto riguarda i bonus le donne riceverebbero il 27% in meno. Bene sì, ma con riserva.
Chi invece non convince nelle proprie politiche di diversity è AXA IM. Sempre secondo lo stesso studio, la differenza salariale tra uomini e donne sarebbe del 27% e la percentuale delle posizioni più pagate sarebbe ricoperta dal 80,7% di uomini nel quartile più alto e dal 62,5% in quello successivo.
La situazione si aggrava ancora di più se si guarda alla differenza dei bonus. Alle donne il 63% in meno rispetto agli uomini.
Una situazione che lascia poco spazio alle interpretazioni.

Non perdere le notizie che contano per gli investimenti.
Registrati alla nostra newsletter.