Germania, si allarga il disavanzo commerciale

LinkedIn

La bilancia commerciale tedesca ha chiuso a maggio con un avanzo di 20,3 miliardi di euro, destagionalizzato. Il dato risulta in linea con le stime del mercato e migliore del dato precedente (19 miliardi). Sempre a maggio del 2017, il saldo della bilancia commerciale estera è stato di 21,8 miliardi di euro.

A maggio 2018, la Germania ha esportato beni per un valore di 109,1 miliardi di euro e importato beni per 89,4 miliardi di euro. Come riportato dall’Ufficio federale di statistica sulla base dei risultati preliminari, le esportazioni tedesche a maggio sono state inferiori dell’1,3% e le importazioni dello 0,8% in più rispetto a maggio 2017. Il calendario e le esportazioni destagionalizzate sono aumentati rispetto ad aprile dell’1,8% nel 2018 e dello 0,7% nelle importazioni.

Riguardo a tutto l’anno del 2017 il saldo della Bilancia tedesca è stato di 244,9 miliardi di euro, più grande del Pil dell’Egitto, del Portogallo o della Grecia.

Saldo con l’UE

Nel maggio 2018, sono stati esportati beni negli Stati membri dell’Unione europea (UE) per 65,7 miliardi di euro e da lì sono stati importati beni per 51,8 miliardi di euro. Rispetto a maggio 2017, le esportazioni verso i paesi dell’UE sono aumentate del 2,4% e le importazioni da questi paesi del 2,9%.

Nei paesi al di fuori dell’Unione europea (paesi terzi) a maggio, sono stati esportati beni per un valore 43,4 miliardi di euro e merci per un valore di 37,600 miliardi da quei paesi importati. Le esportazioni verso paesi non UE sono diminuite del 6,4% rispetto a maggio 2017 e le importazioni sono diminuite dell’1,9%.

Guradando i dati storici, negli ultimi 10 anni il valore massimo della bilancia commerciale tedesca di 24,1 miliardi di euro è stato raggiunto a giugno dell’anno scorso, invece il minimo di 6,8 miliardi risale a marzo del 2009.

 

Share.

Lascia un commento