Piazza Affari: i dividendi erogati il 5 giugno e i titoli da tenere d’occhio

Le quotazioni del petrolio hanno chiuso in ribasso anche ieri, fermandosi a 73,28 dollari al barile, con una flessione dell’1,27%. Nel pomeriggio, il Dipartimento dell’energia degli Stati Uniti rilascerà il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio.

La borsa americana ha registrato una chiusura contrastata anche ieri. Il Dow Jones è sceso dello 0,3%, mentre l’S&P500 è salito dello 0,11%. Il Nasdaq Composite ha chiuso a 16.828,67 punti, in aumento dello 0,56%.

I dati macro e societari negli Stati Uniti

Sarà pubblicato l’indice settimanale delle richieste di mutui ipotecari. Inoltre, la stima ADP per maggio dovrebbe indicare la creazione di 175mila nuovi posti di lavoro nel settore privato, rispetto ai 192mila del mese precedente.

L’indice PMI composito finale di maggio dovrebbe aumentare da 51,3 a 54,4 punti, mentre l’indice PMI servizi è previsto in rialzo da 51,3 a 54,8 punti. L’indice ISM non manifatturiero a maggio dovrebbe salire da 49,4 a 50,7 punti.

Prima dell’apertura di Wall Street, saranno da seguire i risultati trimestrali di Dollar Tree e Campbell Soup, con un utile per azione (eps) previsto rispettivamente di 1,43 e 0,7 dollari.

Gli aggiornamenti macro e gli eventi in Europa

L’indice PMI composito a maggio dovrebbe aumentare da 51,7 a 52,3 punti, mentre l’indice PMI servizi è atteso invariato a 53,3 punti. L’indice dei prezzi alla produzione dovrebbe calare dello 0,5%, dopo una flessione dello 0,4% del mese precedente.

In Germania, l’indice PMI servizi di maggio è previsto a 53,9 punti, e in Francia lo stesso indice dovrebbe attestarsi a 49,4 punti. Sempre in Francia, la produzione industriale di aprile è attesa in crescita dello 0,2%, dopo il calo dello 0,3% del mese precedente.

In Germania, da seguire l’asta dei titoli di Stato con scadenza novembre 2030, per un importo massimo di 3 miliardi di euro.

Eventi chiave a Piazza Affari

Nella scorsa settimana, diverse società quotate a Piazza Affari hanno annunciato il pagamento dei dividendi. Emak ha dichiarato un dividendo di 0,045 euro per azione, Fine Foods & Pharmaceuticals NTM di 0,12 euro, Tinexta di 0,46 euro, B.F. di 0,044 euro, FNM di 0,023 euro, Greenthesis di 0,02986 euro e IndelB di 0,8 euro per azione.

Presto sarà il momento della presentazione dei risultati del 2023 da parte di Giglio Group. Gli investitori osserveranno con interesse per valutare le performance aziendali.

Prossimamente si terranno le assemblee societarie di Conafi e Digital Value per l’approvazione dei bilanci dell’esercizio 2023. Sono eventi significativi che richiameranno l’attenzione degli azionisti e degli osservatori del mercato finanziario.

Leggi qui l’articolo completo.

Non perdere le notizie che contano per gli investimenti.
Registrati alla nostra newsletter.