Nuovi ribassi per il Ftse Mib in arrivo?

Dopo una sessione contraddittoria ieri, le principali Borse europee hanno mostrato oggi un trend uniformemente negativo, chiudendo le negoziazioni in ribasso.

Dopo una sessione contraddittoria ieri, le principali Borse europee hanno mostrato oggi un trend uniformemente negativo, chiudendo le negoziazioni in ribasso.

Performance dei principali indici

Il Cac40 francese ha registrato una flessione dello 0,27%, mentre il Ftse100 britannico è sceso dello 0,47%. Il Dax tedesco ha accusato una perdita più significativa, con un calo dell’0,79%.

Particolarmente debole è stata la performance di Piazza Affari, con il Ftse Mib che ha chiuso a 33.713 punti, evidenziando un ribasso dello 0,96%. Durante la giornata, l’indice è oscillato tra un massimo di 34.112 e un minimo di 33.519 punti.

Nonostante alcuni tentativi, l’indice delle blue chip ha continuato a fallire nel superare la soglia psicologica dei 34.000 punti.

Prospettive e livelli chiave per il Ftse Mib

Il mancato superamento dei 34.000 punti ha portato a una maggiore pressione ribassista. Inizialmente, il ribasso si è fermato intorno a 33.800/33.700 punti, ma oggi è proseguito fino al supporto critico di 33.500 punti, dove si è verificato un primo segnale di recupero.

Un ritorno del Ftse Mib sopra i 33.700/33.800 punti potrebbe indicare un rialzo verso la soglia di 34.000 punti, al di sopra della quale potrebbero aprirsi ulteriori opportunità positive con obiettivi a 34.200 e 34.500 punti.

Tuttavia, una persistente debolezza al di sotto dei 34.700 punti potrebbe portare a un test dei 33.500 punti, con possibili ulteriori discese verso i livelli di supporto a 33.200 e 33.000 punti.

È fondamentale monitorare attentamente il livello chiave di 33.000 punti per evitare ulteriori sviluppi negativi.

Scenario macro e dati chiave negli Stati Uniti

Per la sessione di chiusura settimanale, negli Stati Uniti si attenderanno i dati sui prezzi import, con una previsione di aumento dello 0,3% a marzo, in linea con il mese precedente. Inoltre, ci si aspetta un calo nell’indice preliminare di fiducia del consumatore Michigan di aprile, attestandosi a 78,7 punti rispetto ai 79,4 punti di marzo.

Sul fronte societario, prima dell’apertura di Wall Street, saranno pubblicati i risultati del primo trimestre di BlackRock e Wells Fargo, con stime di guadagno per azione rispettivamente a 9,32 e 1,09 dollari. Da Jp Morgan, Citigroup e State Street, ci si attendono utili per azione di 4,15, 1,20 e 1,50 dollari rispettivamente.

Dati macro ed eventi in Europa

In Europa, si guarderà alla Germania per l’indice dei prezzi al consumo di marzo, previsto in aumento dello 0,4%, e alla Francia per l’inflazione, con una previsione di aumento dello 0,2% a marzo dopo l’0,9% precedente. Un’ora dopo l’apertura delle Borse europee, si terrà una riunione dell’Ecofin.

A Piazza Affari, saranno al centro dell’attenzione le presentazioni dei risultati del 2023 da parte di Bastogi, IndelB, Neosperience e Prismi, mentre Vimi Fasteners divulgherà i dati del primo trimestre di quest’anno.

Inoltre, sono previste assemblee per l’approvazione dei bilanci dell’esercizio 2023 da parte di Unicredit, Acea, Risanamento, 4AIM Sicaf, Health Italia e ILBE.

Leggi qui l’articolo completo.

Non perdere le notizie che contano per gli investimenti.
Registrati alla nostra newsletter.