Ftse Mib: i titoli da monitorare e i dividendi pagati il 5 luglio

Ftse Mib: i titoli da monitorare il 5 luglio

Oggi si attende la ripresa degli scambi alla Borsa di Wall Street, rimasta chiusa ieri per la festività dell’Independence Day.

Mercoledì scorso, Wall Street ha chiuso con risultati contrastanti: il Dow Jones ha registrato una lieve flessione dello 0,06%, l’S&P500 è cresciuto dello 0,51%, mentre il Nasdaq Composite ha chiuso a 18.188,3 punti, in rialzo dello 0,88%.

Dati macro e societari negli Stati Uniti

Nell’ultima seduta della settimana, è atteso il cruciale report sul mercato del lavoro negli Stati Uniti. Per il mese di giugno, il tasso di disoccupazione è previsto stabile al 4%, lo stesso livello del mese precedente.

Il numero di nuovi occupati nel settore non agricolo dovrebbe diminuire da 272.000 a 190.000 unità. La retribuzione media oraria è attesa in aumento dello 0,3%.

Dati macro e eventi in Europa

In Europa, le vendite al dettaglio di maggio dovrebbero mostrare una crescita dello 0,2%, recuperando dal calo dello 0,5% del mese precedente.

In Francia, la produzione industriale di maggio è prevista in calo dell’1% dopo l’aumento dello 0,5% registrato in aprile. La bilancia commerciale di maggio dovrebbe mostrare un miglioramento del deficit, da 7,6 a 7,2 miliardi di euro.

In Germania, la produzione industriale di maggio è stimata in crescita dello 0,2%, recuperando dal calo dello 0,1% di aprile.

In Italia, le vendite al dettaglio di maggio dovrebbero aumentare dello 0,2% dopo la flessione dello 0,1% del mese precedente.

In serata, a mercati chiusi, è previsto un discorso di Christine Lagarde, presidente della BCE.

Titoli e temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari, oggi si segnala il pagamento del dividendo di Eurocommercial Properties, staccato il 13 giugno scorso, pari a 1,06 euro per azione.

Altea Green Power sarà al centro dell’attenzione con una presentazione agli analisti nell’ambito del Mid & Small Virtual 2024, organizzato da Virgilio IR.

Il titolo Openjobmetis resterà sospeso dalle contrattazioni in vista del delisting previsto per l’8 luglio, a seguito dell’OPA volontaria totalitaria promossa da CRIT.

Leggi qui l’articolo completo.

Non perdere le notizie che contano per gli investimenti.
Registrati alla nostra newsletter.