Covered Warrant: come funzionano e come investirci

I covered warrant, strumenti finanziari derivati, costituiscono un elemento cruciale nel panorama degli investimenti, negoziabili all’interno di piazze di scambio regolamentate come la Borsa Italiana, segmento SeDeX MTF, e l’EuroTLX, segmento Cert-X.

Questi strumenti derivati sono caratterizzati dal loro valore, che dipende da un’entità sottostante come un indice azionario, azioni individuali, materie prime o valute.

Tipologie di Covered Warrant

Ci sono due tipologie principali di covered warrant:

Covered Warrant Call

I covered warrant call conferiscono all’acquirente il diritto, ma non l’obbligo, di acquistare un’attività finanziaria sottostante a un prezzo prestabilito, noto come strike o prezzo di esercizio. Questo diritto può essere esercitato entro un determinato periodo di tempo.

Covered Warrant Put

In contrasto, i covered warrant put conferiscono all’acquirente il diritto di vendere un’attività finanziaria sottostante a un prezzo fissato, entro un periodo di tempo specificato.

Inoltre, i covered warrant possono differire sulla base della data di osservazione finale del diritto, indipendentemente dal fatto che siano call o put.

Utilizzo e finalità

I covered warrant sono strumenti ampiamente adottati dai trader, principalmente per fini di trading grazie alla leva finanziaria intrinseca alla loro costruzione.

Gli investitori possono utilizzarli sia in previsione di movimenti rialzisti che ribassisti nei prezzi delle attività sottostanti.

La caratteristica distintiva dei covered warrant è la loro capacità di amplificare le oscillazioni di prezzo dell’attività sottostante. Ciò significa che, mentre offrono la possibilità di generare profitti significativi, i rischi di perdita sono altrettanto amplificati.

Pertanto, è essenziale per gli investitori comprendere appieno i rischi associati a tali strumenti prima di impegnarsi nel trading.

In Italia, i covered warrant possono essere negoziati solo se emessi da una società subordinata alla vigilanza prudenziale della Banca d’Italia, al fine di garantire la tutela degli investitori e la stabilità del mercato finanziario.

Determinanti del prezzo

Il prezzo dei covered warrant è influenzato da una serie di fattori, comunemente indicati come “greche”:

  • Delta: rappresenta la variazione del prezzo dello strumento in relazione alla variazione del prezzo sottostante;

  • Theta: riflette l’effetto del “decadimento temporale” sul valore dello strumento;

  • Rho: indica la variazione del valore dello strumento rispetto ai tassi di interesse di mercato;

  • Phi: mostra la variazione del valore dello strumento in relazione ai dividendi attesi;

  • Vega: esprime la sensibilità del prezzo dello strumento alla volatilità dell’attività sottostante.

Strategie di copertura e investimento

I covered warrant possono essere impiegati anche per costruire strategie di copertura di un portafoglio, consentendo agli investitori di mitigare i rischi associati alle fluttuazioni dei prezzi delle attività sottostanti.

In sintesi, i covered warrant offrono agli investitori una gamma di opportunità di trading e copertura dei rischi, ma richiedono una comprensione dettagliata dei loro meccanismi e dei fattori che influenzano il loro prezzo.

Gli investitori dovrebbero essere consapevoli dei rischi associati a tali strumenti e considerare attentamente le loro strategie di investimento prima di impegnarsi nel trading di covered warrant.

Leggi anche: Investire nel petrolio: una guida completa

Non perdere le notizie che contano per gli investimenti.
Registrati alla nostra newsletter.