Certificates Fixed Cash Collect Worst of di Unicredit

Unicredit ha appena emesso 16 nuovi Certificates Fixed Cash Collect Worst Of. Tra i punti di forza i Premi Incondizionati. Vediamo come funzionano.
Certificates Fixed Cash Collect Worst

Unicredit ha appena emesso 16 nuovi Certificates Fixed Cash Collect Worst Of. Tra i punti di forza i Premi Incondizionati. Vediamo come funzionano.

Unicredit: 16 nuovi “Fixed Cash Collect Worst of”

I certificates “Fixed Cash Collect Worst of” appena emessi da Unicredit sono prodotti derivati che offrono un premio Incondizionato garantito fino alla scadenza. Si tratta di un premio che viene riconosciuto mensilmente, compreso tra lo 0,75% e l’1,8%, percentuali che su base annuale equivalgono rispettivamente al 9% ed al 21,6%. Non è inoltre previsto il rimborso anticipato, per cui il certificato può essere portato a scadenza, ma anche venduto nell’arco della propria vita negoziandolo nei giorni di apertura della Borsa (si negoziano sul SeDeX di borsa italiana dalle 09:05 alle 17:30 nei giorni di Borsa aperta). La barriera che viene proposta è sempre compresa tra il 60% ed il 70% del valore iniziale (strike) dei componenti. Siccome i premi sono Incondizionati, con questi strumenti sarà possibile costruire strategie difensive sul paniere dei sottostanti, garantendosi un ritorno anche nel caso in cui lo strumento peggiore del paniere dovesse conseguire un risultato negativo nel proprio mercato di competenza.

Il significato del termine “Worst of”

Il termine “Worst of” implica automaticamente che ciascuno dei certificates in questione sia costruito su più sottostanti, nel caso specifico azioni italiane o internazionali, dei quali si considera poi il peggiore (Worst of appunto) in termini di performance, dalla data di emissione per la verifica del raggiungimento o meno della barriera e dunque del valore finale del certificate. Alla scadenza si possono verificare due scenari:

1 – se l’azione sottostante con la performance peggiore all’interno del paniere ha un valore pari o superiore al valore della Barriera, il Certificate rimborsa 100€ oltre al premio;

2 – se l’azione sottostante con la performance peggiore all’interno del paniere ha un valore inferiore al livello della Barriera, il Certificate rimborsa un importo proporzionale all’andamento dell’azione sottostante con la performance peggiore e non pagherà l’ultimo premio (<60 € nel caso della Barriera posta al 60% e <70 € nel caso della Barriera posta al 70%).

Diversificazione, Liquidità e Fiscalità di questi certificates

Trattandosi di ben 16 certificates, Unicredit vuole offrire ai potenziali investitori anche l’opportunità di diversificare l’investimento su differenti aree tematiche, quali ad esempio quella dell’automotive con il certificate (DE000HB5NL3) costruito su Ford, Nio, Stellantis e Tesla (premio mensile incondizionato dell’1,75% e barriera a scadenza del 60%) oppure su di una selezione di titoli italiani, per lo più bancari, come il certificate (DE000HB5N5G3) costruito su Intesa Sanpaolo, Banco BPM e Leonardo (premio mensile incondizionato dello 0,95% e barriera al 70%). La scelta è comunque ampia e può soddisfare molteplici interessi. Un altro esempio può essere rappresentato dal certificato (DE000HB5N5P4) che punta sull’ambito assicurativo e su quello medico, i cui sottostanti sono Generali, AXA, Moderna e Sanofi, con barriera al 60% e premio incondizionato dell’1,15%.  

Altre due importanti caratteristiche di questi prodotti sono rappresentate dalla Liquidità in ambito di contrattazione e dalla Fiscalità. Riguardo alla liquidità va detto che nel caso si desiderasse vendere o acquistare il certificate prima della scadenza naturale, fissata per tutti i certificates nell’aprile 2024, le operazioni potranno essere effettuate in qualsiasi momento di borsa aperta grazie alla presenza costante del Market Maker, ovvero UniCredit Bank AG che garantisce appunto la liquidità.

Sul fronte fiscale invece i redditi da Certificate sono equiparati ai redditi diversi con aliquota fiscale al 26% e possono compensare minusvalenze pregresse in portafoglio.


Avvertenze

Le presenti informazioni sono state redatte con la massima perizia possibile in ragione dello stato dell’arte delle conoscenze e delle tecnologie; la loro accuratezza e la loro affidabilità non sono comunque in alcun modo e forma fonte di responsabilità da parte di Le Fonti s.r.l. né di alcuno.
Tutte le informazioni pubblicate NON costituiscono in alcun modo un servizio di consulenza finanziaria, né offerta al pubblico: le informazioni pubblicate sono di natura standardizzata e generale e NON costituiscono pertanto una precisa raccomandazione ad investire, ad acquistare o vendere alcuno degli strumenti finanziari analizzati. L’utente dichiara di comprendere che Le Fonti s.r.l. non è in grado di proporre alcun tipo di consulenza personalizzata e/o individuale.
Le Fonti s.r.l. non garantisce alcun risultato legato alle informazioni, alle pubblicazioni effettuate e presenti nelle notizie, ovvero non assume alcuna responsabilità in ordine all’esito delle eventuali operazioni finanziarie eseguite da parte del cliente.
In forza dei presenti termini di utilizzo, Le Fonti s.r.l. NON è e NON sarà responsabile di qualsivoglia perdita o danno in cui si possa incorrere in seguito all’affidamento sul contenuto delle informazioni. Si ricorda che le informazioni fornite non costituiscono un’indicazione utile delle prospettive future degli strumenti finanziari esaminati; si rammenta inoltre, che i Mercati Finanziari sono estremamente volatili e gli investitori possono incorrere in elevate perdite che, nel caso di utilizzi di margini, possono uguagliare o superare l’investimento originario. Le informazioni fornite sono inoltre frutto di notizie e opinioni che possono essere modificate in qualsiasi momento e senza alcun preavviso.
Le Fonti s.r.l. svolge ogni sforzo affinché le informazioni contenute nei propri report siano accurate, ma non si assume la responsabilità per errori, ritardi o qualsiasi forma di imprecisione delle informazioni contenute. Eventuali decisioni di investimento che ne dovessero conseguire sono assunte, da parte dell’utente, in piena autonomia ed a proprio esclusivo rischio. L’utente dichiara di possedere una buona esperienza in materia di investimenti in strumenti finanziari azionari e di comprendere le logiche che determinano il valore di uno strumento azionario o derivato e la rischiosità ad essi connessa.

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da Le Fonti s.r.l., con sede legale in Via Dante, 4, 20121 Milano, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. Unicredit e le società del gruppo Unicredit non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.
Per informazioni su Le Fonti s.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

Non perdere le notizie che contano per gli investimenti.
Registrati alla nostra newsletter.